Quali sono i rischi / i negativi di assumere statine (Crestor, ecc.)?

Effetti collaterali negativi, senza prove evidenti di benefici.

Le statine inibiscono la produzione del corpo di una sostanza essenziale per ogni cellula in essa contenuta, cioè il colesterolo stesso. Il colesterolo è un componente essenziale delle membrane cellulari ed è anche richiesto per la creazione di vitamina D e ormoni come estrogeni, testosterone e adrenalina. È abbastanza importante che sia creato non solo nel fegato, ma anche all’interno delle altre cellule del corpo.

Le opinioni sul colesterolo sono cambiate notevolmente da quando sono state sviluppate le statine. La dicotomia dell’HDL (“sano” che mi è stato insegnato ad associare alla H leader, che in realtà si riferisce all’alta densità) rispetto all’LDL (“letale”) sta cedendo il passo a modelli più dettagliati che enfatizzano il LDL ossidato e il suo ruolo infiammatorio nell’intasamento le arterie. Aggiungi la parola “molto” a LDL per ottenere “lipoproteine ​​a densità molto bassa” (VLDL). Questi nuovi modelli sono necessari perché le statine non hanno dimostrato di ridurre il rischio di malattie cardiache in pazienti che non ne hanno mai avuto in precedenza.

Problemi di memoria, depressione, sbalzi d’umore, maggior rischio di disfunzione epatica, insufficienza renale acuta, cataratta e danni muscolari sono stati associati all’uso di statine. Questi rischi potrebbero valere la pena di prendere qualcosa di importante come prevenire le malattie cardiache, ma il grande da prendere sulle statine è che non hanno dimostrato di offrire benefici nella prevenzione delle malattie cardiache a coloro che non ne hanno mai avuto.

Fanno meglio a ridurre i livelli di colesterolo, ma se non offrono alcun beneficio associato a farlo, allora qual è davvero il punto?

Fuori con i vecchi modi di pensare e con il nuovo.

Related of "Quali sono i rischi / i negativi di assumere statine (Crestor, ecc.)?"

In primo luogo, si dovrebbe capire che se uno ha avuto un attacco di cuore o è in qualsiasi dove sul continuum della sindrome coronarica acuta o ha un’angina stabile cronica, quindi le statine sono assolutamente necessarie in quanto il rapporto rischio-beneficio è per loro.

Ma se uno sta semplicemente assumendo statine per motivi preventivi, specialmente se il colesterolo totale è inferiore a 200 o i livelli di LDL sono intorno a 120, allora il rapporto rischio / beneficio è decisamente contro le statine.

I rischi sono:

LESIONI MUSCOLARI: All’inizio delle statine questo deve essere monitorato clinicamente e mediante test di laboratorio e se questi farmaci sono assolutamente necessari, sono stati usati Pravastatina o Fluvastatina.

DISFUNZIONE RENALE: in alcuni casi si osserva una certa quantità di protienuria, ma ora è considerata una scoperta benigna

DISFUNZIONE HEPATICA: può causare elevati livelli di ALT e deve essere monitorata. Se i livelli aumentano di tre volte, abbassare il dosaggio il più possibile o passare.

DIABETE MELLITO: Sembra probabile che la terapia con statine conferisca un lieve aumento del rischio di sviluppare il diabete e che il rischio sia leggermente maggiore con la terapia intensiva con statine rispetto alla terapia con statine moderate.

COGNITIVE: può causare perdita di memoria. Ma i dati sono sdolcinati. In assenza di dati più definitivi, può essere opportuno determinare se la terapia con statine sia stata recentemente avviata in pazienti che sviluppano nuova perdita di memoria. Se un singolo paziente sembra avere una perdita di memoria associata alla terapia con statine lipofile (simvastatina, lovastatina, atorvastatina o fluvastatina) e ha una forte indicazione per la terapia ipolipemizzante, sarebbe ragionevole trattare con una statina più idrofila (pravastatina o rosuvastatina)

I rimanenti, come la cataratta, la neuropatia, il cancro, il lupus e la diminuzione della sintesi degli androgeni sono solo aneddotici.

LINEA INFERIORE – DARE SEMPRE STATICHE IN DOSI TOLLERATE DOVE ASSOLUTAMENTE NECESSARIO. SE GLI EFFETTI COLLATERALI MAJ SI SVILUPPANO, RICORDA, ABBIAMO ANCORA FISSATO CHE LDL A 110 O 70 (IN CASI CONOSCIUTI DI MI)

I più segnalati (nel 5-10% degli utilizzatori di statine) sono dolori muscolari, molto raramente – alcuni per milione – sviluppano rabdomiolisi un danno catastrofico ai muscoli, mettendo in pericolo i reni, quelli che si oppongono all’uso delle statine stanno esplodendo completamente questo effetto collaterale su qualsiasi proporzione:

Quando è stato segnalato per la prima volta, c’è stato molto panico nel vedere più diabete di tipo 2 visto su una statina, l’aumento è di circa il 12% vedere l’uso di statine e il rischio di sviluppare il diabete: una rete di meta-analisi. il rischio in eccesso che differisce tra le statine, il più alto in atorvastatina ad alte dosi, il più basso in pravastatina, simvastatina e atorvastatina a basso dosaggio. L’aumento dei rischi di questo piccolo eccesso di rischio per il diabete di tipo 2 causa se di gran lunga inferiore ai benefici che la terapia con statine conferisce all’utente.

Ora abbiamo segnalazioni sporadiche di problemi cognitivi su una statina, a volte scambiati per demenza, sono tutti invertiti dopo aver fermato la statina, vedere effetti cognitivi avversi associati alla statina: i risultati del sondaggio di 171 pazienti.

Per una panoramica vedere questo sito web della Mayo Clinic effetti collaterali Statin: Pesare i benefici e rischi e questo 2013 Indian panoramica http://www.ijem.in/article.asp?i … elenca gli altri effetti collaterali meno comunemente riportati

Per quanto riguarda le statine che conferiscono reali benefici per la salute, non solo abbassando i livelli sierici di lipidi, questo è stato dimostrato per le persone a rischio medio che non hanno mai avuto un evento cardiovascolare prima (prevenzione primaria) nello studio HOPE 3 pubblicato in questo recente documento di Salim Yusuf et al Cholesterol Abbassare in persone a rischio intermedio senza malattia cardiovascolare – NEJM

Tutte quelle persone che approvano con tanto entusiasmo l’uso di stanoli vegetali per abbassare i livelli di colesterolo si stanno solo concentrando sull’abbassamento del colesterolo, senza che ci sia mai stata alcuna prova che l’uso di stanolo abbassi effettivamente i rischi per le complicanze cardiovascolari di avere livelli di colesterolo troppo alti, e dimentica che i documenti dovrebbero trattare il paziente, non solo i numeri (come molti negli Stati Uniti in questo problema emotivo di colesterolo sembrano concentrarsi su), vedi la nuova dieta a basso contenuto di colesterolo: steroli vegetali e Stanols.

L’American Heart Association non raccomanda cibi fortificati con sterolo e stanolo per tutti. Invece, suggerisce che solo le persone che hanno bisogno di abbassare il colesterolo o che hanno avuto un attacco di cuore dovrebbero usarle.

Oltre ad abbassare i lipidi sierici, le statine hanno anche effetti di riduzione del colesterolo pleiotropici che quasi nessun laico ha mai sentito parlare, principalmente riparando il danno endoteliale (inducendo i loro precursori necessari per la riparazione) e abbassando l’infiammazione, entrambi importanti nel causare il danno dei vasi sanguigni aterosclerotici vedere Meccanismi cellulari e molecolari delle statine: un aggiornamento sugli effetti pleiotropici.

Una preponderanza di studi clinici indipendenti e riproducibili peer-reviewed mostra chiaramente l’associazione tra uso di statine e tossicità muscolare. In realtà, non è nemmeno discutibile poiché gli effetti cumulativi sui muscoli sono facilmente misurabili con campioni di tessuto. Inoltre, è discutibile se l’uso di statine per abbassare i livelli di colesterolo sia effettivamente vantaggioso … è l’equivalente di perdere peso spostandosi su un pianeta che esibisce meno forze gravitazionali. Potresti sentirti più leggero, ma sei ancora obeso e soggetto alla stessa mortalità per tutte le cause delle persone obese “più pesanti” sulla Terra [1].

Se hai bisogno di abbassare il livello di colesterolo, ci sono modi più sicuri e più efficaci per farlo, affrontando la causa sottostante piuttosto che concentrarsi sul mascheramento del sintomo [2].

Citazioni di origine [1]:
Draeger A, Monastyrskaya K, Mohaupt M, Hoppeler H, Savolainen H, Allemann C, Babiychuk EB. La statinoterapia induce un danno ultrastrutturale nei muscoli scheletrici nei pazienti senza mialgia. J Pathol. 2006 settembre; 210 (1): 94-102

Terapia di Scott D, Blizzard L, Fell J, Jones G. Statin, funzione muscolare e rischio di cadute negli anziani in età abitativa. QJM. 2009 settembre; 102 (9): 625-33.

Mohaupt MG, Karas RH, Babiychuk EB, Sanchez-Freire V, Monastyrskaya K, Iyer L, Hoppeler H, Breil F, Draeger A. Associazione tra miopatia associata alle statine e danno muscolare scheletrico. CMAJ. 7 luglio 2009; 181 (1-2): E11-8.

US Food and Drug Administration. La FDA annuncia cambiamenti di sicurezza nell’etichettatura per alcuni farmaci che abbassano il colesterolo. 28 febbraio 2012.

Timothy PC, Mark A, Andrew WB. Phytosterols che abbassano il colesterolo: fattori che influenzano il loro uso ed efficacia. Nutrizione e integratori alimentari. 2010 luglio; 2: 59-72.

Citazioni di origine [2]:
Salas-Salvadó J, Casas-Agustench P, Salas-Huetos A. Aspetti culturali e storici delle noci del Mediterraneo con enfasi sulle loro proprietà salutari e nutrizionali. Nutr Metab Cardiovasc Dis. 2011 Jun; 21 (Suppl 1): S1-6.

Ros E. Benefici per la salute del consumo di noci. Nutrienti. 2010 Jul; 2 (7): 652-82.

Li N, Jia X, Chen CY, Blumberg JB, Song Y, Zhang W, Zhang X, Ma G, Chen J. Il consumo di mandorle riduce il danno ossidativo del DNA e la perossidazione lipidica nei fumatori di sesso maschile. J Nutr. 2007 Dec; 137 (12): 2717-22.

Sabaté J, Oda K, Ros E. Consumo di dado e livelli di lipidi nel sangue: un’analisi aggregata di 25 prove di intervento. Arch Intern Med. 10 maggio 2010; 170 (9): 821-7.

Una sintesi dettagliata è già stata fornita a te. Perché ripetere?

Vorrei solo dire di non lasciarsi influenzare da rapporti non confermati, inoltrati dai social media e prendere decisioni cruciali per quanto riguarda le cure preventive.

Essendo un professionista, direi che i benefici superano di gran lunga i rischi. Oltre a ridurre i lipidi, le statine stabilizzano anche l’endotelio delle arterie coronarie. Un altro vantaggio.