Qual è la rilevanza di un orologio biologico nella medicina clinica?

Ha una maggiore importanza quando si usano farmaci che possono influenzare i cicli ormonali e neurotrasmettitori.

Dipende anche da ciò che si intende come orologio biologico, ci sono orologi per l’invecchiamento, routine biologiche quotidiane (ritmo circadiano), cicli mestruali, cicli del sonno, secrezione di insulina / glucagone / cortisolo e altro.

Per esempio, se so che c’è un deficit fisiologico di cortisolo intorno alle 16, so che questo produrrà una lieve ipoglicemia, quindi non intendo comandare a un diabetico di ingerire ipoglicemizzanti orali o iniettare una dose di insulina a quell’ora, perché Probabilmente produrrà un effetto negativo su una normale giornata media per questa persona.

Un altro esempio comune è la scelta di un farmaco per il trattamento dei disturbi del sonno nei pazienti ansiosi. Perché in medicina si conosce il corso di disturbi d’ansia con insonnia di conciliazione si deve scegliere un farmaco che ha un breve tempo di inizio per il suo effetto e una breve emivita quindi ha solo un effetto mentre dorme e non interrompe il ritmo circadiano delle ore di inizio al mattino , spesso il farmaco di scelta è Alprazolam, noto come Xanax.

Related of "Qual è la rilevanza di un orologio biologico nella medicina clinica?"

Non sono sicuro di aver capito la domanda. L’orologio biologico è fondamentalmente il programma fisiologico che il tuo corpo conserva. Regola la produzione di ormoni, controllando i cicli sonno / veglia, la motivazione, il metabolismo e molte altre funzioni del corpo. Penserei che sia rilevante nella medicina clinica come in qualsiasi altra medicina. Ci sono farmaci da assumere al mattino e altri da assumere di notte, per allinearli a processi controllati dall’orologio biologico. Sto dubitando della disponibilità di questa risposta. Potrei essere in grado di fornire una risposta più dettagliata se chiedi una domanda più dettagliata.