Cosa succede se il cordone ombelicale dell’embrione in crescita viene tagliato prima della sua nascita?

Mentre il feto si sviluppa all’interno dell’utero di una donna, esiste un’altra struttura vitale per fornire un servizio vitale alla madre e al bambino: la placenta. È una struttura spugnosa, piena di vasi sanguigni che provengono dalla madre attraverso il rivestimento dell’utero, e quindi si collega al bambino con il cordone ombelicale. Si sviluppa durante la gravidanza per fornire nutrimento al feto e rimuovere i rifiuti. La placenta produce anche ormoni durante le varie fasi della gravidanza che si traducono in cambiamenti nella costituzione di una donna che le permettono di sopportare e dare alla luce il bambino.

Alla nascita il cordone ombelicale è lungo da 14 a 18 pollici e contiene due arterie che portano il sangue dal bambino all’utero e una vena che trasporta il sangue e la nutrizione riempiti di ossigeno dalla placenta al bambino. Il cordone è riempito con una sostanza gelatinosa che circonda e protegge questi vasi sanguigni e dà una consistenza stabile al cordone, aiutando così a prevenire l’attorcigliamento e il piegamento che potrebbe impedire al sangue di fluire al bambino durante il suo tempo nel grembo materno.

Al momento della nascita, il flusso di sangue cambia e circola solo all’interno del bambino. Il flusso attraverso il cavo si arresta e lo farebbe dopo alcuni istanti anche se il cavo non fosse tagliato. Tuttavia, legare prima il cordone e poi tagliare preserva il sangue prezioso per il bambino.

Ora alla tua domanda, cosa succede al cavo? Viene espulso dalla madre entro mezz’ora dalla nascita. È ancora attaccato alla placenta, che viene comunemente chiamata “la placenta”. Con la sua funzione completata, non è più necessario e viene quindi scartato dal corpo della madre. Sì, si sviluppa un nuovo cordone per ogni bambino.

Related of "Cosa succede se il cordone ombelicale dell’embrione in crescita viene tagliato prima della sua nascita?"